Comprare casa in Italia: aumentano gli investitori esteri

L’Italia piace agli investitori stranieri. Lo conferma il report annuale elaborato da Gate-away.com, il portale immobiliare dedicato agli investitori stranieri che desiderano comprare una seconda casa in Italia, che ha rilevato nel 2016 un aumento delle richieste pari al 53,89%. Il Regno Unito è stato il paese con il maggior numero di richieste di acquisto di immobili italiani (16,86% sul totale).

Le regioni più attrattive per gli investitori esteri sono la Toscana (15%), Liguria (12,7%), Puglia (11,48%), Lombardia (9,86%), Sardegna (6,98%) e Abruzzo (6,7%). Ma entrano nell’ultima top ten anche l’Umbria (6,04%), la Sicilia (5,76%) e il Piemonte (5,19%). Secondo i dati, il 34 % degli investitori ha richiesto immobili di valore sotto i 100.000 €, il 32 % ha richiesto immobili di valore compreso tra 100.000 e 250.000 €, il 19 % ha richiesto immobili di valore compreso tra 250.000 e 500.000 €, il 8 % ha richiesto immobili di valore compreso tra 500.000 e 1.000.000 € e, infine, il 7 % ha richiesto immobili di valore sopra il milione di Euro.

Ma, che tipologie di case sono più ricercate? Soprattutto da parte degli americani, emerge una maggiore preferenza per le case indipendenti, rispetto agli appartamenti. La maggior parte dei richiedenti hanno mostrato interesse per case già abitate o ristrutturate, mentre il 14,6% si è orientato anche su immobili da ristrutturare o parzialmente ristrutturati.

I dati pubblicati anche nell’edizione internazionale del Sole 24 ore mostrano come sia il momento propizio per chi desidera vendere un immobile a compratori esteri e ancor più per chi possiede case di pregio da valorizzare.